Pillola 1 – Non sono mai stata costante nella mia vita. Amo certe cose, ma le faccio in modo non continuativo. Mi annoio, lascio perdere, poi le riprendo. La costanza non è mai stata il mio forte. Però scopro con piacere che il mio amore per certe cose, per quanto non le pratichi con zelo, rimane costante, come se quelle cose fossero degli amici cari, d’infanzia, che non ci sono sempre, ma sai che sono lì ogni volta che vorrai. E’ la peculiarità di tutte le cose veramente importanti. L’esserci.

Pillola 2 – Il periodo storico che stiamo attraversando è tetro, uno dei più bui che mi sia mai capitato di vivere nella mia breve esistenza. Questo si ripercuote, più o meno inconsciamente, sulle nostre vite personali. Ciascuno di noi ha una propria vita, ma tutto è permeato da una patina scura da cui io, a volte, mi sento soffocare. Ad ogni modo credo che le fiction della Rai contribuiscano in modo incisivo a questa angoscia esistenziale. Mi è capitato di vedere dei fotogrammi, per pochi minuti. Fotografia dal gusto anni ’80, musiche patinate d’altri tempi, storie più edulcorate del solito. Come se ci volessero far credere che un mondo sereno è comunque possibile, come se potessimo tornare a tempi già vissuti, in modo del tutto spontaneo e naturale. Come se potessimo riconquistare il benessere dei nostri genitori. Signori, il sistema è sbagliato. E’ evidente. E se non verrà modificato qualcosa, beh, mi riesce difficile credere che potremo di nuovo avere fiducia nel futuro. Figuriamoci nel passato.

Pillola 3 – Il sorriso. E’ la speranza dell’oggi e del domani. Perché porta con sé leggerezza ed essenzialità. Porta colore, porta serenità. E’ l’antidoto del nostro tempo.

Pillola 4 – La Natura. Oggi come non mai (altro famoso ritorno) sento un legame fortissimo con essa. La Natura, se osservata con attenzione, ha in seno tutto ciò che c’è da imparare per vivere a pieno un’esistenza. Anche per capire  cosa voglia dire vivere a fianco di altre persone o altri esseri viventi, all’interno di una società, nel mondo. Perché dobbiamo necessariamente complicare le cose, sempre, noi umani?

La semplicità è una caratteristica che, assolutamente, ci manca.